Venere Azzurra 1 Venere Azzurra 2 Venere Azzurra 3 Venere Azzurra 5 Venere Azzurra 6 Venere Azzurra 4
Webcam Venere Azzurra Lerici
    • Italiano
    • English
  • Info e Prenotazioni

    Se sei un utente registrato utilizza la form per accedere al booking oppure effettua la registrazione.

    Meteo Lerici

    Spiagge, in corsa due ex Lerici Mare (6 May 2017)

    Spiagge, in corsa due ex Lerici Mare. Esclusa una cooperativa

    Tutte le imprese, tranne una realtà sarzanese, sono state ammesse alla gara per l’assegnazione dei sette arenili del litorale lericino.

    Spiagge, in corsa due ex Lerici Mare. Esclusa una cooperativa

    Golfo dei Poeti - Quindici delle sedici realtà imprenditoriali che hanno risposto al bando per la gestione delle spiagge libere attrezzate di Lerici sono state ufficialmente ammesse al rush finale. Lo ha deciso stamani la commissione di valutazione guidata dall’ormai ex segretario comunale Franco Caridi, che a breve lascerà Piazza Bacigalupi per altro incarico. Oggi non si è parlato di offerte economiche: il punto era analizzare il contenuto delle buste cercando eventuali aporie nelle domande. Intoppi in cui è incappata la sarzanese Cooperativa Alto Tirreno, che non ha versato adeguate cauzioni per i due lotti a cui era interessata (Venere azzura 1 e Fiascherino 2). Nessuna possibilità di operare integrazioni - soccorso istruttorio non previsto dal capitolato per questi aspetti – e, quindi, esclusione dalla gara. Ammesse, come detto, tutte le altre ditte.

    La spezzina Proposta servizi è in corsa per Venere azzurra 1 (uno dei tre lotti – questo è quello lato Lerici – in cui è divisa la Venere) e Fiascherino 2. La srl lombarda The beach side si è invece mossa per Venere 2 (il lotto centrale), San Terenzo (la spiaggia con base d’asta maggiore: 60mila euro) e Fiascherino 1 (la spiaggia del bunker). La calabrese Splash Down, società del Cosentino, ha offerto per Venere 1 e Fiascherino 2. Calabrese, però della provincia di Catanzaro, anche la Sorico srl, che ha offerto per tutti e tre i lotti della Venere azzurra: lato Lerici, centrale, lato Santerenzo. Ha offerto per un solo lotto – il numero 4, cioè San Terenzo – la veneta Sun srl; occhi su un unico lotto (Venere 2) anche per la Breakfast bar di Carrara. La Venere azzurra srl, società già nel novero di quelle della dissolta Lerici Mare, ha offerto per i lotti 1 e 2 della Venere azzurra, nei quali ha operato in questi anni. Corre per i tre lotti della Venere e per Fiascherino 2 la Marigola service, con sede a Sarzana. L’impresa individuale Fenoglio Massimo, di Massa, ha poi presentato offerte per Venere 1,2,3 e per la spiaggia di San Terenzo. Altro ex Lerici mare in corsa Gioacchino Costa con La Venere: offerte per Venere 1 e Venere 3. Per la sola Venere 1 ha offerto la spezzina Siri srl, per Venere 1 e 2 e per San Terenzo la spezzina Natalia srl. La Servizi beach, di Spezia, partecipa per i due arenili di Fiascherino: lotto 6 e lotto 7. La spezzina Ant ha offerto per Venere 1 e 2. Infine, la sas castelnovese G.B. - che ha presentato integrazioni in tempo reale, regolarmente ammesse dalla commissione – ha presentato offerte per ben cinque lotti: i tre della Venere, San Terenzo e Fiascherino 2.

    Sabato prossimo verrà l’atteso momento del disvelamento delle offerte economiche. Preme ricordare che, benché i soggetti – come è stato – potessero concorrere per più lotti, non potranno comunque avere in gestione più di un lotto. In sede di aggiudicazione dovranno quindi, qualora fosse necessario, dire a quali, tra i lotti che li vedranno vincitori, rinunceranno. L’aggiudicazione di più lotti a una stessa società sarebbe stata possibile nel caso di offerte su lotti privi di offerte da altri concorrenti; non sarà questo il caso perché ogni lotto ha almeno un offerente. Nessuna offerta, com’è noto, per la Baia blu.

    I due ex soci Lerici mare in lizza – con le società Venere azzurra e La Venere – proveranno a riprendere le fila del discorso, portando avanti la loro attività anche a ‘Lerici mare’ sepolta; l’altro ex concessionario della Venere azzurra, Gianni Pucci, ha invece preso altra strada, presentando ricorso al Tar (qui). Un’azione legale incentrata sul passaggio – ritenuto illegittimo – delle concessioni dalla Regione al Comune. Passaggio che – come conferma l’Ufficio demanio di Palazzo civico – si è regolarmente concretizzato.

    Spiagge e offerenti

    Venere 1: Proposta servizi, Splashdown, Sorico, Venere azzurra, Marigola, Fenoglio, La Venere, Natalia, Ant, Gb.
    Venere 2: The Beach side, Sorico, Breakfast bar, Venere azzurra, Marigola, Fenoglio, Natalia, Ant, Gb.
    Venere 3: Sorico, Marigola, Fenoglio, La Venere, Gb.
    San Terenzo: The Beach Side, Sun, Fenoglio, Natalia, Gb.
    Fiascherino bunker: The Beach Side, Servizi beach.
    Fiascherino 2: Proposta servizi, Splashdown, Marigola, Servizi beach, Gb.
    Baia blu: nessuno.

    Basti d’asta dei sette lotti

    Venere 1 45mila euro, di cui 2.455 di canone annuale di concessione demaniale.
    Venere 2 45mila euro, di cui 2.161 di c.a.c.d.
    Venere 3 35mila euro, di cui 1.000 di c.a.c.d.
    San Terenzo 60mila euro, di cui 3.578 di c.a.c.d.
    Baia blu 50mila, di cui 1.258 di c.a.c.d.
    Fiascherino lato bunker 20mila, di cui 336 di c.a.c.d.
    Fiascherino 2 40mila, di cui 3.474 di c.a.c.d.

    Sabato 6 maggio 2017
    FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedInEmail