Venere Azzurra 1 Venere Azzurra 2 Venere Azzurra 3 Venere Azzurra 5 Venere Azzurra 6 Venere Azzurra 4
Webcam Venere Azzurra Lerici
    • Italiano
    • English
  • Info e Prenotazioni

    Se sei un utente registrato utilizza la form per accedere al booking oppure effettua la registrazione.

    Meteo Lerici

    non ci sono ancora i contratti con i gestori (6 November 2017)

    Spiagge Lerici, Fresco: “Siamo a ottobre e non ci sono ancora i contratti con i gestori”

    L’ex sindaco all’attacco: “Nessuna risposta su costi liquidatore e utilizzo canoni”.

    Spiagge Lerici, Fresco: `Siamo a ottobre e non ci sono ancora i contratti con i gestori`

    Golfo dei Poeti - “Ho fatto un accesso agli atti per avere delle informazioni sulla situazione delle spiagge libere attrezzate. Tra le varie cose, ho richiesto copia dei contratti che legano il Comune e i nuovi gestori. La risposta? Non è stato ancora stipulato alcun contratto perché si è dovuto procedere a verifiche formali sui requisiti degli aggiudicatari. E’ indubbio che tali verifiche vadano fatte, ma il punto è che scopriamo, con grande sorpresa, che i gestori hanno operato senza avere contratto. Non so se questo sia in linea con la normativa, faremo tutte le verifiche del caso e scriveremo al Demanio per avere delucidazioni su questa situazione paradossale. Siamo a metà ottobre e i contratti non ci sono, è sconcertante. Si può sapere su cosa poggia il rapporto tra il pubblico e il privato?”. A parlare è Emanuele Fresco, ex sindaco di Lerici, ora consigliere di opposizione.

    “Ho chiesto anche di sapere – prosegue – quanto costa al Comune il liquidatore e come sarà utilizzato il gettito corrisposto dai nuovi gestori. Su questo non ho avuto risposta. Ebbene, la pazienza ha un limite. Va bene mantenere un atteggiamento soft, inglese, ma a un certo punto, se si continua a non rispondere ai quesiti – né in consiglio comunale, né in seguito a richieste di accesso agli atti -, a un certo gioco non ci si sta più. I responsi vanno dati, altrimenti non resta altro da fare che rivolgersi altrove perché, come da regolamento, arrivino le risposte auspicate”.

    FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedInEmail