Venere Azzurra 1 Venere Azzurra 2 Venere Azzurra 3 Venere Azzurra 5 Venere Azzurra 6 Venere Azzurra 4

BAR TRAVALA'

VENERE AZZURRA LERICI

Webcam Venere Azzurra Lerici
    • Italiano
    • English
  • Lerici Travalà snack bar

    Meteo Lerici

    ma le spiaggie non sono libere (18 giugno 2018)

    Il divieto: “Niente cibo proprio sotto l’ombrellone”

    Ma dalla Venere Azzurra precisano: “E’ per scongiurare tavolini e borse frigo che creano problemi di spazio. Riscriveremo l’avviso”.

    Il divieto: "Niente cibo proprio sotto l'ombrellone"

    Golfo dei Poeti – Ha creato qualche malumore un divieto apparso alla spiaggia della Venere Azzurra, in particolare la porzione orientale, gestita da Marigola Beach dall’estate 2017. Di che divieto si tratta? Divieto di consumare “cibi e bevande proprie sotto l’ombrellone”. Una novità che ha fatto sobbalzare più d’uno. E oggi l’ex assessore Michele Fiore, sul gruppo pubblico Agorà, diffondendo la foto del divieto, ha lamentato che “non accade nemmeno negli stabilimenti privati. Le nostre spiagge, sempre pronte. Congratulazioni a quelli di adesso, che consentono questo tipo di gestione prettamente privata. Ps: Aredene e spiage?”. Righe che tirano in ballo sia il sindaco Leonardo Paoletti – è suo il ‘motto’ delle spiagge sempre pronte – e, nel post scriputm, il comitato che, sorto qualche anno fa, si batteva per una diversa gestione delle spiagge, in particolare per il cambiamento, poi concretizzatsi, rispetto alla gestione Lerici mare.

    Ma dalla spiaggia libera attrezzata arrivano le spiegazioni: “L’intento di questo divieto – spiegano da Marigola Beach – non è certo impedire di mangiare un panino, di portarsi un sacchettino con la frutta, ci mancherebbe. Non è un modo per obbligare a comprare solo al bar della spiaggia, anche perché un caffé o un gelato lo prendono comunque. Diversamente, la finalità è impedire di arrivare in spiaggia con borse frigo ingombranti e veri e propri tavolini. Cose che purtroppo si sono verificate spesso, con lamentele di tanti clienti, per ragioni di spazio. C’è chi paga la stagione e poi vede stendersi attorno tavolini e strutture del genere. Ecco il motivo dell’avviso. Andremo probabilmente a riscriverlo per spiegarci meglio”.

    FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedInEmail