Venere Azzurra 1 Venere Azzurra 2 Venere Azzurra 3 Venere Azzurra 5 Venere Azzurra 6 Venere Azzurra 4
Webcam Venere Azzurra Lerici
    • Italiano
    • English
  • Info e Prenotazioni

    Se sei un utente registrato utilizza la form per accedere al booking oppure effettua la registrazione.

    Meteo Lerici

    Bando spiagge illegittimo (6 November 2017)

    Fresco: “Bando spiagge illegittimo. Nostre critiche fondate, lo dicono uffici regionali”

    Intervento dell’ex sindaco, ora consigliere capogruppo di minoranza in consiglio comunale.

    Golfo dei Poeti - Il 31 ottobre scorso il Consiglio regionale ligure ha approvato la proposta di legge 156 “Qualificazione e tutela dell’impresa balneare“ e la proposta di legge 157 “Disciplina delle concessioni demaniali marittime per finalità turistici ricreative“. In particolare la seconda proposta di legge disciplina il rilascio delle concessioni demaniali marittime per finalità turistico ricreative e di conseguenza disciplina le modalità di gestione e contrattuali anche relativamente alle spiagge del nostro litorale.
    Questa proposta di legge porta in allegato una nota elaborata dall’Area Gestione del Processo Normativo –Servizio Legislativo
    LA SCHEDA PER LA REDAZIONE DELL’ANALISI TECNICO NORMATIVA
    A pag .6 si dice testualmente “ I beni del demanio marittimo appartengono al demanio pubblico ed in particolare a quello statale “ .
    A pag. 10 si osserva che “ la proposta di legge presenta possibili rischi di impugnativa “ e “ quanto alle disposizioni della proposta di legge che intervengono su aspetti legati alla proprietà statale dei beni del demanio marittimo ,esse sono di competenza legislativa dello Stato “ , ma soprattutto :
    A pag 11 “ In merito al valore della concessione ( art.6 ) e a tutto ciò che è connesso alla proprietà del bene , si ricorda che la competenza regionale su questi aspetti è limitata alle funzioni amministrative conferite. L’art 3 del D.L. 400 /93 ( dello Stato italiano ) ha definito i criteri per la determinazione dei canoni classificando le aree, i manufatti , le pertinenze e gli specchi acquei in due categorie ,ad alta valenza turistica e a normale valenza turistica , stabilendo le relative tariffe in base ai diversi tipi di occupazione . Alla Regione spetta l’accertamento dei requisiti di alta e normale valenza turistica “.

    Questa nota elaborata dall’ufficio legislativo della Regione Liguria dimostra chiaramente e inequivocabilmente che le critiche e le osservazioni da noi ,opposizione , mosse al Comune di Lerici in merito alla non congruità’ alle norme del bando emesso per le spiagge libere attrezzate erano giuste ed esatte.
    Oggi sono ancora più convinto che il Comune ha fatto un bando illegittimo soprattutto nella parte riguardante la richiesta di rialzo dell’importo del canone annuo (chiaramente non in linea con le normative nazionali e regionali). Altrimenti qualcuno mi dovrebbe spiegare il motivo per il quale gli stabilimenti balneari privati pagano una concessione demaniale secondo le tariffe determinate dal Consiglio dei Ministri e il resto del litorale un canone determinato impropriamente da un Ente che non ha la proprietà di quel bene. In più se poi leggiamo l’art.9 della stessa legge regionale 157– Criteri di comparazione delle istanze per il rilascio o rinnovo di concessione demaniale marittima – si può tranquillamente constatare che vengono elencati tutta una serie di criteri a carattere qualitativo e non economico. Mi sembra che il tutto, certamente per chi non ha voglia di fare continua propaganda e populismo gratuito sul passato, sia estremamente chiaro.
    Per inciso ad oggi non si è avuta alcuna risposta sulla mancanza dei contratti tra Comune e gestori. Praticamente le spiagge libere e attrezzate sono state gestite per l’intera stagione estiva senza contratto. Alla faccia della legalità tanto sventolata dall’amministrazione comunale di Lerici.

    FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedInEmail